Il sito fa uso di cookies tecnici, cioè di piccoli file di testo inviati alle apparecchiature connesse per ottimizzare la navigazione. Seguendo alcuni link verranno inviati anche cookies di terze parti, come Google+, Youtube ed altri. Se non volete utilizzare i cookies potete disabilitarli nel browser. Controllate l'informativa sui Cookie prima di proseguire. Cliccando su OK gli utenti acconsentono al ricorso dei cookies.

MENU
Home Gli scritti Notizie Guestbook Download Collegamenti Galleria

Autobiografia

Autobiografia

Fin dall'alba della mia giovinezza ardita

mi soffermavo al contemplar della natura

ogni bellezza e del misterioso firmamento

l’armonia.

Così delle Genti la storia e il destino;

e degli uomini eccelsi in ogni arte bella

l’illuminato pensiero e le diverse opre

ammiravo.

Entro lo Spirto vibrar sentivo, vivo,

e con gli anni crescere, forte il desio

di affidare ogni mia meditazione

alla poesia.

Ma niuno la mano mi tese nell’aiuto amica,

che solida base di cultura, lieta, procurasse

al mio sentire, sì che i versi miei fossero

sublimi.

E, completi di forma e di armonia,

potessero le rondini superar nel volo:

avevo “l’ali”, ma dall’egoismo altrui furon

tarpate.

Destino crudele e beffardo per me, non soltanto,

dall’egoista e sordo mondo imposto, mentre bada molto

degradare.

 


New-CMS 2.9.6 Valid CSS Valid html 5 GNU General Public License Admin
This page was created in 0.0452 seconds
Contenuto del div.