Il sito fa uso di cookies tecnici, cioè di piccoli file di testo inviati alle apparecchiature connesse per ottimizzare la navigazione. Seguendo alcuni link verranno inviati anche cookies di terze parti, come Google+, Youtube ed altri. Se non volete utilizzare i cookies potete disabilitarli nel browser. Controllate l'informativa sui Cookie prima di proseguire. Cliccando su OK gli utenti acconsentono al ricorso dei cookies.

MENU
Home Gli scritti Notizie Guestbook Download Collegamenti Galleria

Carnevale

Carnevale

Miei carissimi lettori,
vorrei qui narrar leale,
com'è ver son belli i fiori,
che cos'è il Carnevale.

E' un uomo assai sprecone,
lussurioso, vagabondo,
un grandissimo ghiottone;
tutti i vizi ha del mondo.

Mangia, beve come un porco,
veramente sbrodolone;
ha la pancia come un orco,
è di Bacco un gran campione.

Dopo tanto che ha sprecato,
non più, nulla ha da mangiare;
in bolletta ormai restato,
niun lo vuole più trattare.

Per pudor è mascherato;
ma poi vien riconosciuto;
è da tutti allontanato,
da che misero è caduto.

Chi da giovane è sprecone,
poi da vecchio gemerà:
la materia si scompone
e pentirsi non potrà.


New-CMS 2.9.6 Valid CSS Valid html 5 GNU General Public License Admin
This page was created in 0.0437 seconds
Contenuto del div.